Studi cattolici n. 722 - aprile 2021

In questo numero
01/04/2021
Studi cattolici n. 722 - aprile 2021

Vittorio Messori ha dedicato tre inchieste, presto diventate dei Classici della spiritualità, per indagare la figura di Cristo: si tratta di Ipotesi su Gesù, di Patì sotto Ponzio Pilato? e Dicono che è risorto appena riproposto in libreria da Ares: quest’ultimo libro è un’appassionante ricognizione sul sepolcro di Cristo, fondata sulle prove documentali di quanto avvenne nella Pasqua dell’anno 33: per i nostri lettori anticipiamo il primo capitolo a p. 244.

Il viaggio di Papa Francesco in Iraq, dal 5 all’8 marzo, è stato memorabile; tra i momenti più intensi lo storico incontro con l’Ayatollah Sayyid Al-Husayini Al Sistani: abbiamo chiesto a Marco Clementi, inviato RAI del TG1, una cronistoria di quelle giornate indimenticabili (p. 248). Questo fascicolo è ricco di suggestioni estere: a p. 290 Andrea Vannicelli racconta la corsa alle Presidenziali in Francia, Nicola Lecca esplora le radiose creazioni di Le Corbusier a Marsiglia (p. 256), infine, Rossella Pretto è partita verso l’isola di Iona, in Scozia, in cerca della misteriosa tomba di Macbeth (p. 251).

«Un documento eccezionale per gli storici», così Nicola Guiso sintetizza a p. 280 i Diari segreti di Giulio Andreotti (Solferino) che affrontano il decennio 1979- 1989, spaziando dalla prima sconfitta elettorale della DC (giugno 1983) allo sfaldamento dell’Unione sovietica. La sfiducia nella Giustizia italiana è spesso attribuibile alla lentezza dei procedimenti e agli inadeguati correttivi introdotti (mediazione & dintorni) come spiega Benito Perrone a p. 268. Il tema dei «nuovi diritti» è un campo minato: a p. 284 Roberto Giorni ci aiuta a fare un po’ di ordine.

I Maneskin hanno vinto il Festival di Sanremo: alla kermesse abbiamo dedicato un doppio servizio: a p. 304 le severissime pagelle di Paolo Ronchetti (dal 4 di Irama all’8 di Ermal Meta), invece, il nostro inviato d’assalto Claudio Pollastri ha chiesto ai Big un parere su Papa Francesco, trovate le loro risposte a p. 306. Qualche volta si ripete la storia di Davide contro Golia: nella brillante ricognizione di p. 300 Nicolò Gelao racconta alcuni «miracoli» sportivi, come il Leicester di sir Claudio Ranieri.

Il drammaturgo Giovanni Testori fu uomo dalle fortissime connotazioni, affascinante e contraddittorio, ma sempre generosissimo: così lo dipinge Sebastiano Grasso nello scintillante ritratto di p. 275 da cui traspare laloro amicizia. Daniele Mencarelli, vincitore del Premio Strega Giovani con il romanzo Tutto chiede salvezza (Mondadori), si è entusiasmato per La terra di Caino di Alessandro Rivali, la sua lettura è a p. 278.


paginazione