Studi cattolici n. 710 - aprile 2020

In questo numero
02/04/2020
Studi cattolici n. 710 - aprile 2020
Il sacerdozio comune dei fedeli è un tema ancora da scoprire nella formazione, dei presbiteri e dei laici, nella consapevolezza che, come sancisce il Vaticano II, «ogni celebrazione liturgica è opera di Cristo sacerdote e del suo corpo che è la Chiesa». A p. 244, lo studio di don Giovanni Zaccaria, professore di Teologia dei sacramenti nella Pontificia Università della Santa Croce a Roma e autore del fortunato libro La Messa spiegata ai ragazzi (Ares 2018).

I personaggi di Grazia Deledda hanno «l’impronta di figure monumentali del Vecchio Testamento»: si espresse così nel 1926 Heinrik Schuck, presidente della Fondazione Nobel, assegnando all’autrice di Canne al vento, la massima onorificenza dell’Accademia di Svezia: abbiamo chiesto a Ugo Collu, tra i più apprezzati studiosi della scrittrice sarda, un percorso per riscoprire questa autrice grande e ingiustamente dimenticata (p. 250). Qual è il link tra Locarno e l’insondabile grazia di Audrey Hepuburn? Lo spiega Nicola Lecca nella sua lettera svizzera a p. 254.

Il Coronavirus ha sconvolto le nostre vite: Lodovico Festa s’interroga sulle conseguenze politiche della pandemia (p. 260), Giorgio Faro suggerisce di rileggere i Classici partendo da Seneca (p. 276), per un taglio esistenziale della crisi c’è Alessandra Modugno a p. 278, Matteo Andolfo racconta le «presentazioni virtuali» delle Edizioni Ares (p. 308), infine, Silvia Stucchi, nella Classifica di p. 317 dispiega un colorato ventaglio di consigli librari fuori dal mainstream. 

Lo scorso 23 marzo è scomparso Carlo Casini, fondatore del Movimento per la vita italiano, parlamentare italiano ed europeo, nonché amico e assiduo collaboratore della nostra rivista: lo ricordiamo a p. 262 con un approfondimento sul suo ultimo libro La dimensione contemplativa nella difesa della vita umana a firma di Pier Giorgio Liverani. Talvolta, ritornano le insinuazioni sui presunti silenzi di Pio XII di fronte al nazismo: a p. 270 Luciano Garibaldi scaccia ancora una volta le fake news attingendo al suo prezioso archivio di storico.

Nel film Oscar Parasite c’è una canzone di Gianni Morandi: occasione ghiotta per Claudio Pollastri per intervistare il ragazzo che amava i Beatles e i Rolling Stones a p. 306. Ricca la proposta letteraria di questo Sc: Andrea Colombo si sofferma su Roy Campbell, poeta «toreador» (p. 290), Alessandro Rivali dialoga con Daniele Mencarelli (p. 288), Andrea Vannicelli ripercorre i luoghi danteschi della Penisola (p. 281), Sabino Caronia rilegge «Buzzati cronista del mistero» (p. 284) e Marco Stracquadaini svela il segreto dell’upupa di Montale (p. 298).
paginazione