Studi cattolici n. 709 - marzo 2020

In questo numero
02/03/2020
Studi cattolici n. 709 - marzo 2020

Nazionalismo, sovranismo, patriottismo: sono termini che ricorrono spesso nei media, ma non sempre nel loro significato preciso. A p. 164 il brillante studio di Michelangelo Peláez sbroglia la matassa: se è legittimo – sulla base degli eventi storici – nutrire alcune riserve sugli «ismi», ciò non deve indurre semplicisticamente a rigettare anche i concetti, come quello di nazione, da cui essi sono derivati distorcendone il significato originario.

«Caro Dio, fa’ che io possa espandere la mia capacità di sentirTi...», scrive così nel suo intensissimo diario di diciottenne la romanziera Flannery O’Connor:  a p. 170 proponiamo per la prima volta in Italia una ricognizione su questi preziosi materiali, appena riscoperti negli Stati Uniti: li ha studiati per noi Fernanda Rossini, ricercatrice dottorale presso l’Università di Monaco di Baviera. Talvolta, basta poco per toccare i confini silenziosi del mondo... basta prendere il trenino che collega Innsbruck a Sharnitz: è quello che ha fatto Nicola Lecca a p. 176.

L’articolo di Andrea Riccardi «Il nazionalcattolicesimo, un pericolo per la Chiesa» apparso lo scorso 11 dicembre sul Corriere della Sera è ricco di spunti: lo hanno esaminato per noi Pier Paolo Saleri e Massimo De Angelis a p. 192. Per Pasqua proponiamo una meditazione di Francisco Fernández-Carvajal, autore del bestseller Parlare con Dio: è un’anticipazione del nuovo libro Il mistero di Gesù di Nazaret appena uscito per le Edizioni Ares (p. 178). Salutiamo il ritorno su Sc dell’islamista Paolo Branca, che a p. 204 racconta l’umorismo della tradizione araba.

Robert Spaemann (1927-2018) è stato uno dei più lucidi filosofi del nostro tempo; ora possiamo riscoprirlo come autore di spiritualità: sono appena uscite per Cantagalli le sue Meditazioni sui Salmi presentate da Leonardo Allodi a p. 182. Nel dramma dei campi di internamento italiano ci fu la felice eccezione di Ferramento: a p. 200 Giovanni Sorge racconta un’inedita storia di speranza. Bianca Pitzorno è una delle più celebri autrici per ragazzi, ma da qualche anno ha iniziato a scrivere per i più grandi: Erica Gallesi racconta il suo laboratorio a p. 208.

Diodato ha vinto la seguitissima 70ª edizione del Festival di Sanremo: Claudio Pollastri a p. 214 ha inseguito tutti i protagonisti della kermesse e Paolo Ronchetti ha invece stilato un’affilata controclassifica per interpreti e canzoni a p. 217. Per il Cinema, Armando Fumagalli ha guardato per noi la Notte degli Oscar che ha incoronato Parasite di Bong Joon-Ho, ma forse meritava di più Jojo Rabbit... (p. 222); Silvia Stucchi applaude senza riserve Odio l’estate: Aldo Giovanni e Giacomo sono tornati allo spumeggiante brio degli esordi (p. 224).

paginazione