Collane
  • Attualità e Storia
  • Famiglia
  • Psicologia
  • Spiritualità
  • Teologia
  • Narrativa
  • Altri Libri

Studi cattolici n. 707 - Gennaio 2020

02/01/2020
Studi cattolici n. 707 - Gennaio 2020

È appena uscito per Ares In dialogo con il Signore, un volume che raccoglie 25 inediti di san Josemaría Escrivá; a p. 4 presentiamo un testo tratto da un incontro del fondatore dell’Opus Dei con i suoi figli spirituali, nel dicembre del 1970: la riflessione di san Josemaría è imperniata sull’umiltà, virtù indispensabile che ispira il desiderio di progredire nella vita interiore confidando nella grazia di Dio piuttosto che nelle proprie forze.

Eleonora Recalcati, docente per il Master in International Screenwriting and Production e Booktelling all’Università Cattolica di Milano, indaga le strutture profonde del pensiero di Michail Michailovic Bachtin con particolare zoom sulle prime opere di filosofia morale e di estetica del grande scrittore russo (p. 8). Il 2020 è una bella cifra tonda e, come tutti gli anni, Gianmaria Bedendo, titolare di Datastorica, ci guida fra gli anniversari da non perdere nel nuovo anno: tra i personaggi nati 100 anni fa ci sono big come Karol Wojtyla o Alberto Sordi.

Nilla Pizzi è stata l’ultima (dimenticata) regina della canzone italiana: a p. 53 Cesare Cavalleri recensisce il quarto volume della biografia della cantante curata da Enzo Giannelli per le Edizioni del Discobolo: un’ottima occasione per riascoltare «una voce che si distingueva da tutte le altre per bellezza e varietà di colori, per pastosità e calore, per quel misterioso amalgama di tristezza e ironia che si avverte lungo i suoi tramiti». La scintillante (ma anomala) Tosca di Davide Livermore ha inaugurato la nuova stagione della Scala: l’ha vista per noi Massimo Venuti a p. 58.

È uscito il nuovo libro di Marco Follini Democrazia cristiana (Sellerio): lo esamina con rigore e passione Nicola Guiso a p. 24: a suo parere è giunto il momento di ricalibrare il giudizio sul partito di De Gasperi, Fanfani, Moro e Andreotti che in trent’anni portò il nostro Paese a essere la settima potenza industriale del mondo. Ci sono almeno tre importanti sorprese in questo fascicolo di Sc: una nuova fiammante copertina, la rubrica «Altre riviste» di Matteo Andolfo (p. 56) e l’arrivo di Silvia Stucchi al timone della «Doppia Classifica» (p. 76).

La narrativa di Elena Bono sta conoscendo una nuova fortuna: a p. 42 Francesco Marchitti, uno dei suoi interpreti più attenti, spiega il motivo di questa riscoperta. Claudio Barbati non riesce a unirsi al coro dei consensi per Cercami, il nuovo romanzo di André Aciman: il suo disappunto è a p. 47. L’imprevedibile cinema dei Fratelli Coen è un felice mix di qualità e intrattenimento che Erica Gallesi rilegge a p. 68. La grande mostra su Canova-Thorvaldsen alle Gallerie d’Italia di Milano esplora la nascita della scultura moderna: a p. 48 il racconto entusiasta del nostro inviato Michele Dolz.

paginazione